You are here:

Attention: open in a new window. PrintE-mail

Il rituale dell'alimentazione

Soddisfare alcuni desideri, una presentazione estetica dei piatti ed alcune semplici pratiche, prima e durante i pasti, sono i segreti che ci aiuteranno a sfruttare il cibo in maniera più adeguata

Tutto ciò che è relazionato con la nostra alimentazione, dalla scelta dei cibi fino alla forma di masticare, sono fattori che ci condurranno ad avere una migliore salute fisica e a raggiungere un maggior sviluppo spirituale.

Mangiare è un'attività importantìsima in quanto è uno dei momento in cui l'universo ci nutre fisicamente e spiritualmente, poichè riceviamo alimento da Dio sotto forma di energia.

Per questa ragione non parleremo tanto delle proprietà degli alimenti in se, anche perchè sono già disponibili abbastanza informazioni in merito, parleremo invece di come dobbiamo mangiare, come scegliere correctamente gli alimenti, l'energia che questi contengono e la miglior forma di riceverla.

La prima regola da seguire per cercare di alimentarci in maniera appropriata è fermarci prima di scegliere gli alimenti e chiederci cosa cerchiamo nel cibo.

Potremmo rispondere saziare la fame, però è necessario pensare nelle ragioni che ci spingono a mangiare.

È importante farlo anche quando avvertiamo che non ci aiuterà in nessun modo, però in realtà il semplice fatto di porci questa domanda ci permette di attivare l'energia che ci aiuterà a trovare la risposta esatta.

Il motivo è che essendo noi stessi energia possiamo attivare l'energia presente nel cibo nel momento in cui forniremo una risposta a questa domanda, anche se la sarà fornita a livello subcosciente.

In questo modo, mangiando avremo un atteggiamento diferente, non saremo più gli stessi di prima perchè la nostra energia sarà diferente, sarà già preparata per poter vedere di cosa realmente abbiamo bisogno nel cibo.

L'avogado può aiutarci quando avvertiamo la voglia di qualcosa di grasso

Quando ci viene la voglia

A tutti capita di avvertire in un momento della nostra giornata la voglia di qualcosa di dolce o salato ed in questo modo cerchiamo di saziare questa necessità.

Il problema è che il desequilibrio del pianeta in cui viviamo fa ci costringe a concurre una vita poco sana e, quindi, a preferire quegli alimenti che sono più minacciosi per il nostro corpo.

Fortunatamente siamo creature intelligenti e saggie, ed i desideri che avvertiamo sono in fondo sempre dettati da ragioni reali legate a ciò di cui abbiamo in veramente bisogno.

Anche così, dobbiamo stare attenti a quegli alimenti che potrebbero farsi male, come alcuni grassi, e chiedere che la nostra energia ci guida verso quei cibi che contengono gli stessi componente, ma che però siano più benefici per il nostro organismo.

La soia è ricca di proteine, però anche dell'energia dell' universo

Sano vuol dire noioso?

Ogni volta che sentiamo parlare di "alimentazione sana" molti di noi pensiamo che sia sinonimo di sacrificio, dubbio giustificato in parte dalle nostre abitudini ancestrali.

Sicuramente, questo rifiuto trova le sue radici nel fatto che da sempre si ascoltano commenti in un certo modo negativi verso tutto ciò che è naturale, malgrado queste informazioni siano processate esclusivamente per il cervello, e non per il cuore.

Noi umani siamo generalmente abituati ad avere un certo tipo di dati relativamente al cibo di cui abbiamo bisogno, però gli stessi sono custoditi e nascono dalla nostra mente e non dal cuore, cosi' come dovrebbe essere.

Per esempio, la soia è vista dai Maestri di saggezza come una serie di piccole antenne ricettrici che contengono tutta l'energia dell'universo e della Terra e che a loro volta emittono energie che ci sono consignate quando mangiamo questo alimento.

Se però analizziamo, quanti di voi l'avete provata (fuori dai ristoranti orientali)? Per questo è importante renderci conto che esiste una gran varietà di alimenti che ci aiuteranno a mantenere una salute migliore e che alla lunga impareremo a vedere con golosità e non come qualcosa da mangiare con sacrificio.

Dobbiamo ricercare quei cibi che sono stati creati per noi

Quando andiamo a fare la spesa...

Ogni volta che andiamo al mercato per fare la spesa dobbiamo chiedere ai nostri Angeli, Maestri e Dio che ci guidino attraverso la scelta di quei cibi che sarà importante ingerire per noi e per la nostra famiglia.

In questo modo godremo di una saggezza particolare per la scelta dei cibi che mangeremo, ed avvertiremo un impulso verso determinati alimenti.

Inoltre, dovremo parlare direttamente all'energia della frutta e della verdura e chiederegli: "Chi di voi vuole venire con me?, chi di voi aiuterà me e la mia famiglia?"

Attraverso queste domande potremmo incontrare quei cibi che sono stati realmente creati per noi, perchè anche se non sembra vero è cosi' e la nostra missione è quella di scegliere quegli alimenti che ci appartengono.

Per esempio, quando riteniamo che qualcosa sia particularmente buono, però che non ci attrae profundamente sarà perchè quell'alimento non corresponde alla nostra energia e non dobbiamo comprarlo.

Scegliere un alimento senza essene convinti, può provocare problemi alla nostra energia perchè equivarrebbe a dare una medicina sbagliata a un malato.

È inoltre importante scegliere con cura il luogo in cui compriamo i nostri alimenti perchè il cibo si impregna dell'energia di questi luoghi e di chi ce li vende.

Se avvertiamo che in un dato luogo ci fa male la testa o se non ci sentiamo a nostro agio, non vale la pena comprare i nostri alimenti li nemmeno se ci saranno delle offerte, poichè questo in altri livelli ci farà più male che bene.

È importante non aggiungere al cibo un condimento di preoccupazione.

Cucinando con allegria

Il momento in cui cuciniamo i nostri piatti è un momento speciale, mistico, perchè a seconda del modo in cui lo faremo infonderemo allegria o angoscia in chi mangerà il cibo che avremo preparato.

In primo luogo, se dobbiamo lavare qualcosa, è importante che prima chiediamo all'acqua di aiutarci ad eliminare dal nostro cibo tutto ciò che non serve al nostro corpo.

In questo modo pulendo cibi come la frutta, la libereremo da contaminanti anche a livello energetico.

L'ideale è lasciare per un tempo i cibi a bagno in acqua affinchè questi assimilino l'energia di quest'elemento e possano pulirse meglio.

È fondamentale restare tranquilli durante la preparazione degli alimenti, senza stress, èimportantissimo non cucinare mai quando ci si trova in uno statu negativo perchè tutta quest'energia non positiva resterà all'interno dei cibi che stiamo preparando.

In questi momento dobbiamo dire al cibo cosa vogliamo che ci doni e chiedere l'energia positiva di cui abbiamo bisogno; durante la preparazione del cibo dovremo programmare gli alimenti, poichè non saranno le parole cio, che ascolterà ma la nostra energia.

Inoltre, in questo modo saremo concentrati nelle nostre preghiere e non pensaremo a nessun problema ne tantomeno arricchiermo il cibo con un condimento di preoccupazione.

Per questo motivo è importante che quando non si avverte la voglia di cucinare, ci si astenga dal farlo, perchè potremmo provocare molto danno a chi mangerà il cibo che avremo cucinato.

Una buona presentazione è importante

L'armonia prima di tutto

Un fattore che incide molto nell'assimilazione del cibo è che ognuno si serva da se, in questo modo ognuno mangerà solo ciò di cui ha veramente bisogno.

Potrebbe anche servire una sola persona, però in questo caso deve sapere a chi è destinato ogni piatto e consecuentemente programarlo affinchè in maniera tale da servirgli il cibo che spetta ad ognuno.

Il modo di presentare il cibo deve essere gradevole alla vista, i piatti devono avere un'estetica, una simetrìa o una forma geometrica semplice (si può ottenere quest'effetto utilizando delle formette o piccoli piatti fondi).

Una prepararazione armoniosa del cibo, ci aiuterà, inconsientemente, a trasmettergli una buona energia.

Per questo è importante che la presentazione del cibo sia curata, poichè lo stesso deve piacerci per poter sentirlo parte di noi.

In questo modo il nostro organismo darà il benvenuto al cibo, se però vedrà un cumulo di cose mischiate e poco attrattive alla vista, la nostra energià non potrà assimilare quanto servito.

è importante, inoltre, che ogni pietanza e contorno sia servito in piatti separati, poichè si tratta di energie differenti che non possono essere mischiate.

Nel caso in cui non ci sia altra possibilità, l'ideale è riunire gli alimenti chiari con i chiari, e gli scuri con gli scuri, in modo tale che l'armonia dei toni non ci molesterà.

Dobbiamo cercare di far si che il cibo abbia colori chiari e nel caso ci sia qualcosa di scuro evitare di mescolarlo con le pietanze chiare, perchè si creerebbe un contrasto, l'energia non si adatterebbe e pregiudicherebbe alla persona

Ogni alimento va programmato per poter ricevere il meglio

Donare energia al nostro cibo

Molte persone sono abituate a pregare prima di iniziare a mangiare, si tratta di una tradizione che ha origini millenarie e che è legata in parte con il rituale che i Maestri ci insegnarono al principio dei tempi.

Dobbiamo continuare con questa pratica, perchè è necesario rendere grazia per avere il cibo di cui ci alimenteremo perchè sono molti quelli non hanno la nostra stessa fortuna.

Però è giusto completare la nostra orazione con la programmazione dei nostri piatti affinchè ci diano ciò di cui abbiamo bisogno e per eliminare qualsiasi energia che ci potrebbe danneggiare.

Per esempio, questo è importantissimo ogni volta che mangiamo fuori casa, poichè non sappiamo in che modo sono stati cucinati i cibi che abbiamo richiesto.

Il modo migliore per programmare il cibo è farlo con le mani, che bisogna strofinare tra di loro per poter attivare i loro centri energetici.

Una volta che avvertiamo un formicolio, collocheremo le palme delle mani in direzione del piatto formando un triangolo con i diti indice di ogni mano. Quinde reciteremo dentro di noi la seguente orazione:

"Rendiamo grazie e che tutta l'energia presente nel mio cibo che non sia buona possa andare via lasciando solo ciò che il mio corpo può assimilare e che sia positivo per lui".

In questo momento dal cibo è emanato un vapore che non possiamo vedere, che però esce attraverso il triangolo e passando di li, che è un campo di energia, fa si che emozioni come lo stress si trasformino in energia buona per il mondo.

Questo rituale può essere praticato anche in maniera più dissimulta se non vogliamo essere particolarmente evidenti, si attivano le mani sotto al tavolo e le si pone sopra il piatto senza che gli altri sospettino di tutto ciò che stiamo richiedendo con il nostro cuore.

I bastoncini di legno funzionano come antenne energetiche

Gli utensili a nostra disposizione

Esiste tutta una serie di cose che influiscono sul modo in cui assimileremo quello che mangiamo, come per esempio il materiale dei nostri coperti o dei piatti.

È importante sottolineare che quando mangiamo con le mani stiamo ricevendo directamente dal nostro essere spirituale l'energia che l'universo ci invia.

Molti la chiamano energia vitale, "prana", e una parte di questa si riceve al momento di mangiare.

Il fatto di usare solo le mani aiuta a ponerla più direttamente perchè il cucchiaio è fatto con un tipo di metallo che si impregna di molte energie ed è più difficile che l'energia vitale possa passare a noi attraverso gli alimenti.

Dagli orientali possiamo adottare alcune tradizioni, per esempio, che sono abituati a mangiare utilizzando bacchette, che, essendo di legno, funzionano come antenne di energia.

Anche la loro forma di ingerire il brodo o i liquidi senza cucchiaio ma bevendo direttamente con le mani, perchè quando afferriamo il piatto in questo modo stiamo trasmettendo l'energia direttamente.

Allo stesso modo mangiare seduti ad un tavolo non è particularmente buono, sarebbe preferibile fare come loro, seduti sul pavimento perchè è più salutare, dato che il nostro corpo asimila meglio l'energia in questa posizione.

Il materiale ideale per servire e cucinare il cibo è il legno, poichè ci aiuta con la sua continua rinnovazione d'energia, perchè nonostante possa sembrare aparentemente materia morta, in realtà continua ad essere connettata con la Terra e con l'universo.

Per lo stesso motivo non è buono mangiare in piatti di plastica, poichè questo materiale è adatto per energie molto dense.

Possiamo adottare tutti questi suggerimenti come modo di vita in maniera tale che ci daranno maggior salute, malgrado ci appaia difficile da crescerlo, inoltre non ci complicheranno l'esistenza e, certamente, consentiranno dei grandi cambiamenti in noi

Consigli extra

Tutti gli alimenti vanno masticati per lo meno 21 volte affinchè sia possibile assimilarli correttamente, poichè in ogni sette masticate è posta un'energia e queste tre energie insieme preparano lo stomaco affinchè riceva correttamente il cibo. Come minimo dovranno essere 14 se si tratta di un boccone particolarmente piccolo.

Possiamo utilizzare i quattro elementi per armonizzare la nostra tavola, è possibile posizionarli prima di servire il cibo affinchè preparino l'ambiente.

Se c'è rumore o se intorno a noi si verifica qualcosa che non ci piace, non dobbiamo mangiare. Dobbiamo consumare il nostro cibo sempre in condizioni gradevoli.

A tavola non è mai raccomandabile parlare di problemi, di cose che ci rattristano ne di tutto ciò che potrebbe far alterare la nostra energia, perchè tali variazioni energetiche non ci permetterebbero di assimilare correttamente il nostro cibo.

Flora Rocha

Fondazione la Saggezza del Cuore

This e-mail address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it

Condividi

 

 

Share/Save/Bookmark
Up

Pensiero del giorno

“La Saggezza depositata nel

Cuore, è la Forza e la Luce

che ci spinge ad ottenere la

Felicità, e che ci mostra il

vero colore dell’esistenza,

donandoci il più puro

significato della vita

Seguici anche su Facebook

Flora Rocha

Si consiglia di ...

Seguici anche su Facebook

Banner
Up
Up